Come Funziona La Sanità In Thailandia?

Per capire come funziona la sanità in Thailandia è necessario partire da una considerazione di base.

In questo Paese il costo della vita è molto basso e gli stipendi non sono certo paragonabili alla maggior parte dei Paesi europei, ma, nonostante ciò, ci sono degli ambiti non gratuiti, proprio come la sanità, la quale è dunque a pagamento, almeno nella maggior parte dei casi.

Per quanto riguarda certe classi sociali, la sanità thailandese offre dei servizi senza alcuna forma di pagamento, ma per i turisti e gli stranieri non è possibile ricevere assistenza medica gratuita.

Il turista, quindi, sarà sempre costretto a pagare qualora dovesse necessitare di assistenza e interventi medici.


Quindi, Come Funziona La Sanità In Thailandia?

Chiang Mai Ram Hospital
Chiang Mai Ram Hospital

Che cosa conviene fare a un turista oppure a uno straniero che vuole andare ad abitare in questo Paese o a trascorrere una vacanza?

Che tipo di copertura medica conviene avere?

Insomma, la prima cosa da fare è avere una assicurazione: se sei, ad esempio un italiano, la pratica più consigliata è aprire una polizza, con all’interno tutti i servizi attivi per l’assistenza medica all’estero.

Durante un viaggio potrebbe capitare qualsiasi cosa e gli ospedali potrebbero non essere alla portata di mano.

Quindi essere coperti da una assicurazione è fondamentale per vivere tranquillamente in Thailandia.

Allo stesso modo, se stai per pianificare un viaggio nella nazione thailandese, magari appoggiandoti ad una agenzia viaggi, conviene sempre stipulare una assicurazione comprendente l’assistenza medica in loco.


Cosa Occorre Fare Per Usufruire Della Sanità In Thailandia

Una delle prime cose consigliate è sottoscrivere una assicurazione in grado di coprire l’intero periodo di permanenza nel Paese.

Se dovessi farti realmente male, come romperti un osso oppure se ti dovesse venire una sgradevole patologia bisognosa di cure (come ad esempio un’infezione), la polizza potrebbe renderti la questione medica più agevole e tu potrai rivolgerti a un medico in ospedale grazie alla copertura assicurativa.

In Italia è possibile ottenere delle buone polizze direttamente alle agenzie viaggi a cui ci si rivolge.

Anche per le persone anziane esistono delle polizze vantaggiose con ottimi massimali, soprattutto per persone fino ai sessantacinque anni.

Un altro modo per avere dei vantaggi nell’usufruire della sanità thailandese è ottenere la cittadinanza, poiché i cittadini thailandesi hanno la possibilità di avere alcuni servizi ospedalieri gratuiti oppure a prezzi calmierati e comunque abbordabili, come ad esempio gli esami del sangue (in questo caso bisogna pagare solo un ticket).

Ovviamente, questa scelta conviene solo per chi ha intenzione di stare per molto tempo nel Paese, andandoci a vivere e non per chi invece vuole essere un semplice turista.


Come È Composta La Sanità Thailandese

Re Chulalongkorn Memorial Hospital a Bangkok
Re Chulalongkorn Memorial Hospital a Bangkok

La Thailandia offre, comunque, un sistema sanitario completo e ricco di servizi.

Esistono sia degli enti sanitari di tipo governativo, sia delle organizzazioni senza profitto come le ONG, e soprattutto la sanità di tipo privato è molto forte e valida.

Molto importanti e organizzate, soprattutto dal punto di vista sanitario, sono le infrastrutture private nelle grandi città, proprio come l’ospedale di Bangkok, definito di ottima qualità.

Fuori dalle città, invece, si trovano molti ospedali di tipo governativo, ritenuti meno rinomati rispetto alle cliniche private.

Inoltre, sono provvisti di meno medici e con meno disponibilità di macchinari per le specifiche visite.

Rimangono, quindi, più consigliate le cliniche private delle grandi città, poiché quasi certamente disporranno di tutti i macchinari e del personale necessario per riuscire a curare anche le patologie più complesse.

Un limite potrebbe essere in questo caso il costo delle operazioni (ci sono anche operazioni che possono costare anche l’equivalente di dieci mila euro).

I medici di base ci sono, ma spesso, anche per un semplice raffreddore, prescrivono molti farmaci (tra cui anche molti antibiotici, magari poco consoni alla risoluzione del problema), senza andare direttamente al punto.

L’analisi e la diagnosi sono generalmente abbastanza superficiali.

Molto spesso, i medici competenti thailandesi dimostrano una scarsa attenzione al paziente, prescrivendo quindi molte medicine con l’intento solo di ottenere la paga della stessa visita medica.

Anche in questo caso, per il turista una copertura assicurativa presenta il vantaggio di una migliore garanzia di qualità del servizio ricevuto.


Esiste Una Assistenza Sanitaria Di Tipo Pubblico In Thailandia?

Bangkok Christian Hospital
Bangkok Christian Hospital

Certamente la Thailandia offre un servizio di sanità pubblica, grazie alla presenza del Ministero della Sanità pubblica thailandese, con finanziamenti da parte del Governo.

Lo stesso organo esecutivo offre contributi diretti attingendo dalle tasse pagate dai cittadini.

Una delle caratteristiche più importanti e forse anche un limite, è l’organizzazione stessa dei servizi ospedalieri pubblici in Thailandia.

Anche se si è visto negli ultimi anni un sensibile aumento delle infrastrutture ospedaliere, con un conseguente aumento del personale sanitario, l’organizzazione non è sempre ottimale: talvolta si notano ancora troppe persone in fila per i ticket oppure per le visite stesse.

Perciò, si può definire l‘ospedale pubblico thailandese un luogo molto affollato e disordinato.

Il Governo ha inoltre inserito un sistema di copertura medica, ma unicamente per i cittadini thailandesi e le loro famiglie che rientrano in specifiche categorie come essere dipendenti con profilo lavorativo pubblico, essere dei dipendenti privati, lavoratori autonomi ed infine per le persone meno avvantaggiate.

Gli stranieri possono usufruire del sistema di copertura nazionale solo se in possesso di un contratto lavorativo stabile in Thailandia.


In Cosa Consiste La Sanità Privata In Thailandia?

A differenza del servizio sanitario pubblico, le cliniche private sono molto sviluppate e ritenute migliori se confrontate con i Paesi circostanti.

I servizi, l’amministrazione e il personale competente sono solo alcuni dei pregi delle infrastrutture private thailandesi (l’ospedale di Bangkok, ossia il Bumrungrad International è, a detta di molti del settore, una delle migliori cliniche al mondo).

Poiché i medici e gli operatori sanitari di queste strutture hanno studiato nelle migliori università di medicina in Europa e in America, il sistema stesso sanitario è quindi improntato verso le dinamiche amministrative e mediche occidentali.

Questo comporta anche un netto miglioramento sul piano sanitario e organizzativo. Perciò, non sarà difficile trovare la giusta assistenza medica in grado di risolvere il problema ad un paziente.

Ovviamente, come in molti altri Paesi orientali e anche occidentali, le infrastrutture private con l’elargizione dei loro servizi prevedono dei pagamenti.

Ciò vale per quanto riguarda operazioni chirurgiche importanti (ma anche quelle più tradizionali e classiche), visite specialistiche, esami regolari (come ad esempio esami del sangue) ed infine semplici controlli o consultazioni mediche.

Anche se dovrai farti prescrivere una semplice medicina da un medico di una struttura privata (sempre più consigliata), dovrai pagare la prestazione.

Ecco perché, in questo caso, se sei solo un turista, dovrai affidarti ad una buona assicurazione che copra qualsiasi spesa sanitaria.


Quanto Costa La Sanità Di Profilo Privato In Thailandia?

C’è un listino prezzi, quasi universale, per qualsiasi struttura medica thailandese di tipo privato.

Se ad esempio dovessi venire ricoverato d’urgenza in terapia intensiva (chiamate anche ICU), in molti ospedali di solito di medie e grandi dimensioni (come quello di Bangkok), si possono spendere anche mille duecento euro giornalieri, per tutto il periodo di permanenza in ospedale.

Anche le operazioni, in base alla gravità e al tempo di presenza in clinica durante il periodo di infermità, hanno dei costi elevati e molto diversi tra loro.

Un esame radiologico o ad esempio l’angiografia, può arrivare a costare anche dodici mila euro.

Un semplice ricovero può arrivare anche a duecento cinquanta euro al giorno, fino ad arrivare alle operazioni più generali, come l’appendicite con conseguente degenza o i calcoli renali, che possono costare anche più di tremila euro giornalieri.

Se dovessi fratturarti qualcosa, sia la visita, sia le eventuali operazioni possono raggiungere anche duemila cinquecento euro.

Molto costosi sono anche i rimpatri nel proprio Paese da ricoverati: se dovessero riportarti, sempre sotto degenza, dalla Thailandia al tuo Paese come l’italia, il costo sia del rimpatrio, sia di tutta l’assistenza sanitaria può arrivare anche a diciottomila euro, in presenza di forti complicazioni fisiche (come carenze respiratorie oppure coma).

Per i ricoveri con gravità minore, si può arrivare intorno ai duemila euro.


Come Coprire Le Spese Sanitarie In Thailandia

Con alcuni accorgimenti e le giuste prevenzioni, soprattutto finanziarie, un turista può passare tranquillamente il suo soggiorno in Thailandia, riuscendo a coprire tutte le eventuali spese sanitarie:

  • Stipula di una assicurazione, scegliendo inoltre la giusta agenzia viaggi che le include nel prezzo del servizio.
  • Chiedere eventualmente ausilio anche all’ambasciata presente nel Paese, per avere chiarimenti su come muoversi in presenza di un problema sanitario.
  • Stabilire il tempo di permanenza in Thailandia
  • Stare lontani dalle strutture poco sviluppate e non munite dei macchinari o servizi, soprattutto quelle fuori dalle provincie thailandesi. Assolutamente non seguire consigli medici da operatori sanitari approssimativi o improvvisati (come santoni eccetera).
  • Prendere tutta la giusta documentazione sanitaria prima di partire per il viaggio, con anche una scorta delle stesse medicine generali da banco o quelle prescritte necessarie per sè.

Si Trovano In Thailandia Le Medicine Che Sono Disponibili In Italia?

Non sempre le medicine disponibili in Italia e in Europa sono altrettanto disponibili anche in Thailandia e per questo dovresti farti prescrivere dal tuo medico italiano (possibilmente in lingua inglese) alcune ricette per farmaci alternativi, preavvisandolo per tempo che andrai in vacanza in Oriente.

In caso contrario dovrai recarti (a pagamento) da un medico locale (meglio privatamente) per farti prescrivere il farmaco.

Viaggiare Lavorando

Mi chiamo Alessio, il mio obbiettivo è quello di riuscire in breve tempo a Viaggiare Lavorando in giro per il Mondo, con l'aiuto di questo sito e di voi lettori conto di raggiungere questo traguardo entro 12 mesi. Cosa vi chiedo in cambio? Assolutamente nulla, se amate i Viaggi e vi piace l'idea di Vivere Viaggiando troverete i miei contenuti davvero Interessanti!

Articolo Precedente