Cosa Indossare per un Lungo Viaggio in Aereo?

Dovrai andare dall’altra parte del mondo e non sai cosa indossare per un lungo viaggio in aereo?

Sarà un viaggio di lavoro oppure di piacere che ti condurrà in diverse parti del mondo?

Una delle prime decisioni principali da prendere in considerazione è come vestirsi per affrontare una permanenza in aereo ottimale, dato che dovrai mettere in conto il fatto di doverci stare diverse ore.

Inoltre, prima di decidere come vestirti, informati sulle condizioni climatiche che troverai all’arrivo: potrai partire dall’Italia con un clima caldo e asciutto e arrivare, ad esempio, in Argentina con freddo e pioggia torrenziale.

Un buon viaggiatore organizzato deve avere tutto l’occorrente in valigia, ma soprattutto avere il giusto vestiario per stare in modo confortevole sul proprio sedile, in attesa di atterrare all’aeroporto desiderato.

Il comfort è quindi il primo aspetto da considerare per prepararsi a vivere una permanenza di diverse ore a bordo dell’aereo.

Ci sono diverse mete da raggiungere, per scopi diversi, quindi occorre fare attenzione a come scegliere il miglior outfit.

Come fare?

Semplice, bisogna considerare le ore del viaggio, da dove si parte e il luogo in cui si arriva.

In questo modo si ha una visione oggettiva e completa per poter scegliere i vestiti adatti.

In genere, in aereo c’è sempre l’aria condizionata oppure il riscaldamento, accesi in base alle stagioni di volo, quindi l’ambiente sarà già adatto a donarti un discreto comfort, ma se sceglierai anche la giusta maglietta, i pantaloni più adatti e delle scarpe comode potrai passare serenamente il dispendioso viaggio, verso la tua destinazione preferita.


Montagna, Mare E Lavoro: Come Mi Vesto?

Per affrontare un lungo viaggio in aereo è necessario vestirsi in modo pratico.

Tutto deve essere disponibile poiché con te avrai solo i tuoi indumenti e il bagaglio a mano.

In generale tieni a portata di mano un borsello o un piccolo zainetto e preferisci indumenti con le tasche in cui puoi riporre i documenti di viaggio, lo smartphone, gli auricolari, un pacchetto di fazzoletti di carta, un gel igienizzante mani.

Poi in base alla destinazione e alle motivazioni di viaggio, l’abbigliamento può certamente variare.

Per quanto riguarda le viaggiatrici, avere una pettinatura non troppo impegnativa e le scarpe comode, sono sempre aspetti importanti: per quanto riguarda le calzature sono sempre maggiormente preferibili quelle basse o le semplici scarpe da ginnastica.

Non conosci l’aeroporto in cui sbarcherai e non sai quanta strada a piedi dovrai percorrere, quindi indossa scarpe con cui ti senti a tuo perfetto agio.

Evita i tacchi a spillo o abiti super eleganti, a meno che non si abbia un appuntamento di lavoro al momento dello sbarco.

Ecco alcune preziose indicazioni generali.


Come Vestirsi Per Andare In Montagna.

Come Vestirsi Per Andare In Montagna

Chi andrà in zone montuose, presumibilmente si troverà a fare i conti con un clima più freddo.

Dovrà quindi avere a portata di mano un qualcosa di più caldo e magari impermeabile (come una giacca), da utilizzare subito al momento della discesa e all’occorrenza da utilizzare sull’aereo.

Nello zainetto o nel bagaglio a mano, riporre sempre un piccolo ombrello e magari un cappello.

Uno degli errori maggiori che vengono compiuti riguarda proprio il momento dello sbarco: gli sbalzi di temperatura possono fare ammalare e condizionare i 2-3 giorni successivi.


Come Vestirsi In Aereo D’estate o per Viaggiare Verso Località Calde.

Come Vestirsi In Aereo D'estate

Se la destinazione è marina, evita di scendere dall’aereo già con asciugamano e salvagente.

Puoi permetterti un abbigliamento sicuramente un po’ più leggero compatibilmente con la stagione in essere nel luogo di destinazione.

Considera che probabilmente verrai poi messo su un bus di linea insieme ad altre persone, quindi prediligi un vestiario pratico ma comunque protettivo.

Preparati magari una felpa o un giubbino leggero da indossare per evitare lo sbalzo di temperatura tra l’aereo e l’esterno.


Come Vestirsi Per Visitare Una Città.

Come Vestirsi Per Visitare Una Città

La città è luogo di caos e solitamente chi sbarca nelle metropoli lo fa per lavoro oppure per turismo.

Contemplando la seconda ipotesi, vesti casual, a strati, in modo che all’occorrenza saprai destreggiarti bene tra mezzi pubblici e stazioni, in attesa di andare in albergo a cambiarti.


Viaggio Di Lavoro Come Vestirsi

Viaggio Di Lavoro Come Vestirsi

Chi deve intraprendere un viaggio di lavoro deve avere un vestiario che sia comodo e consono per raggiungere il luogo prefissato, magari con un cambio più casual per la sera o per i momento informali, come una camicia di ricambio non aderente, più fresca, oppure dei pantaloni comunque non troppo pesanti, e soprattutto poco attillati.

Molte persone usano i jeans, ma l’importante è che siano comodi e traspiranti.

Talvolta capita di scendere dall’aereo e andare subito in ufficio, oppure di incontrare un collaboratore direttamente in aeroporto: in questi casi vesti elegante ma comodo, evitando vestiti attillati che stringono e preferendo tessuti naturali in base alla stagione.

Evita il lino però: sebbene sia molto fresco, risulta stropicciato in tempo zero e non farai certo una bella figura.

Piuttosto meglio il cotone o i sintetici in fibra fresca e traspirante.

Insomma, una volta compreso dove andare, non rimane altro che vestirsi, prendere i bagagli e dirigersi verso il proprio aereo, con l’intento di viaggiare in modo tranquillo, comodo e rasserenante.


Come Vestirsi A Cipolla : Consiglio Bonus

Subito un esempio.

Partendo durante la stagione autunnale o invernale e valutando il clima che si troverà alla destinazione, il consiglio primario è quello di vestirsi “a strati” proprio come una cipolla.

Questo favorisce anche il comfort durante il lungo viaggio in aereo, dove è possibile avvertire caldo oppure fresco.

Il consiglio è portare con sè una giacca, possibilmente consona alla stagione invernale, magari non eccessivamente pesante (a meno che il luogo di arrivo non abbia temperature rigide e fredde).

Sicuramente in volo la toglierai, ma è sempre bene avere a portata di mano un indumento coprente per proteggersi da eventuali sbalzi termici.

Sotto la giacca si potrebbe mettere una maglietta a maniche lunghe, in cotone oppure se le temperature sono molto basse si può mettere qualcosa in lana, come un maglioncino o una dolcevita.

Per i viaggiatori maschi, sono ad esempio molto utili delle giacchette in jeans, non troppo ingombranti, da mettere anche sotto una semplice maglietta in cotone a maniche sia lunghe, sia corte a seconda della stagione e ad un gilet o un maglione.

Per gli amanti del casual, invece, è utile sopra le magliette o alla camicia, mettere una felpa, indumento molto versatile e comodo, soprattutto se dotata di cerniera.

Per chi, invece, è molto freddoloso, il consiglio è quello di mettere sotto la t-shirt una canottiera di cotone oppure un intimo termico, poiché questa tipologia di indumenti ripara realmente da eventuali spifferi d’aria.

La comodità deve essere la cosa primaria per un viaggiatore in aereo e il concetto riguarda pure i pantaloni: in inverno dovranno essere più pesanti, ma non stretti, consigliati magari felpati all’interno oppure in misto lana.

Come accessori, si può portare con sè una piccola sciarpa, in questo modo anche la gola viene protetta in caso di sbalzi di temperatura elevati.

Durante, invece, le stagioni più calde come la primavera e l’estate, i passeggeri possono vestire semplicemente con delle magliette, jeans comodi ed infine delle scarpe da ginnastica.

Se non si vuole, neanche in questo caso a portare con sè una giacchetta, si può optare per un indumento leggero, sempre in jeans oppure in pelle leggera.

Evitare indumenti stretti: i lunghi viaggi possono creare problemi di circolazione se indossi vestiti attillati e stretti.


Le Giacche, Un Indumento Salvavita

Le giacche, alla fine, sono sempre molto utili perché “salvano” da eventuali sbalzi termici interni all’aereo, ma ce sono di molti tipi.

Molto pratici sono i piumini, il quali hanno la caratteristica di essere molto comodi, morbidi e non troppo ingombranti.

Su un aereo è possibile mettere un piumino senza allacciarlo, se si dovesse sentire troppo freddo.

Ci sono, inoltre, le giacche medie di cotone, utili soprattutto per chi deve fare viaggi di lavoro, da portare anche come ricambio in valigia.

Anche l’impermeabile è un indumento che si può portare su un aereo, magari per un lavoratore che deve affrontare un volo per essere presente ad una riunione dall’altra parte del mondo.

Le giacche, di qualsiasi tipo e misura sono sempre consigliabili da portare anche durante i viaggi in estate.

Ognuno, in seguito, sceglierà quale tipologia usare, in base ai propri gusti e disponibilità, l’importante è che la tua giacca sia comoda, utile e magari impermeabile.


Indumenti Per Il Busto, Per Lui E Per Lei

Un aspetto da tenere in considerazione per viaggiare bene in aereo è la stagione del viaggio: se si dovesse andare alle Maldive durante i periodi più caldi, anche durante la permanenza in aereo non si deve patire troppo il calore.

In questo caso le magliette leggere di cotone, delle camicie di seta o molto leggere, con dei pantaloni altrettanto leggeri o dei jeans comodi possono fare la differenza.

Invece, se si deve affrontare un viaggio, magari in Norvegia o in Canada, durante l’inverno più cupo e rigido, è opportuno munirsi di un bel maglione di lana, con sotto magari una maglietta di cotone a maniche lunghe.

Sopra, infine, non può mancare una buona giacca pesante imbottita, con sciarpa e cappello per scendere ben coperti dal mezzo di volo.

Le signore viaggiatrici apprezzano molto anche i maglioni di cachemire, molto comodi, mantenendo al caldo il proprio corpo, rimanendo comunque un indumento elegante e molto fine, appropriato, magari, per un viaggio di lavoro in luoghi più freddi.


I Pantaloni, Quali Scegliere?

Il pantalone è sicuramente un altro indumento fondamentale, il quale deve essere assolutamente accomodante, traspirante e pratico per poter affrontare un buon viaggio in aereo.

Per chi ama vestire in modo sportivo, c’è un pantalone molto comodo, ossia il modello joggers, oppure tutto ciò che è velluto, un materiale delicato, confortevole e anche elegante, sebbene non sia molto traspirante (quindi da bandire durante i mesi estivi).

Uno dei pantaloni più gettonati per i lunghi viaggi sono i trousers in tuta, i quali sono anche molto versatili da indossare durante ogni stagione, soprattutto per i più giovani.

Ottimi per il viaggio, soprattutto per le lavoratrici, ma anche per le turiste più attive, sono molto consigliati i pantaloni in cachemire o in maglia plissettata, soprattutto per gli itinerari invernali.

Per i signori, invece, sicuramente i pantaloni in velluto o in cotone sono i migliori per passare un ottimo viaggio in aereo, ma attenzione alla stagione.


Le Scarpe Più Comode Per Ogni Viaggio

Per terminare nel modo migliore il proprio outfit da viaggiatore d’aereo, non resta che decidere le proprie calzature.

Ovviamente, la scarpa preferita sia dagli uomini, sia dalle donne è la semplice scarpa da ginnastica: delle snickers morbide, non troppo leggere, magari con un colore neutro rimangono le calzature per eccellenza del viaggiatore.

Comodità è la parola d’ordine in questo caso, vista la struttura stessa della scarpa da ginnastica, ossia con una suola media e non troppo alta.

Sconsigliati assolutamente per le signore, a questo punto, i tacchi stilosi, anche in vista di una riunione di lavoro imminente dall’altra parte del mondo.

Se è necessario avere a portata di mano un tacco per essere più eleganti, è bene portarsi un cambio e magari nel viaggio mettere una tipologia di scarpa bassa, come ad esempio le ballerine (il cambio potrebbe stare benissimo nel bagaglio a mano).

Per i signori e i ragazzi, in vista magari di un viaggio di lavoro, è preferibile indossare sempre una scarpa piuttosto bassa e leggera, magari in un colore neutro oppure il nero.

Evitare scarpe dure con suola non ammortizzante e soprattutto è sempre da preferire una suola in gomma per avere maggior presa sui gradini durante la discesa dal mezzo e in aeroporto (le scarpe con il cuoio o con una suola in para, magari su un fondo bagnato si rivelerebbero pericolosissime).

In caso di un viaggio in estate o primavera, se si deve raggiungere un posto di mare, magari come le Hawaii, molto comodi sono i sandali, con in borsa delle infradito da indossare appena scesi dall’aereo.

Se invece il viaggio è verso le montagne innevate, magari in procinto di una importante escursione su monti impegnativi, in aereo è possibile mettere uno scarponcino alto, che copra la caviglia, con all’interno una calza di cotone oppure di un tessuto un pò più pesante.

In questo caso, anche uno stivaletto soprattutto per le ragazze, può essere una calzatura ottimale.

Un’altra caratteristica che la tua calzatura da viaggio deve avere, oltre alla comodità, è la versatilità, in modo tale che calzi a pennello su di te, basandosi sul luogo in cui ti troverai una volta terminato il viaggio in aereo: comoda, pratica, confortevole e adatta a più situazioni.


Da Non Dimenticare: La Biancheria Più Confortevole

Sembra insolito, ma in realtà anche la biancheria intima ha la sua importanza durante un lungo viaggio in aereo.

La cosa più importante è che l’intimo sia traspirante e leggero, non troppo stretto, e soprattutto elastico.

Per gli uomini possono essere molto efficaci degli slip o boxer in cotone, e anche per le donne è consigliata una biancheria leggera e comoda.

Le ragazze possono mettersi anche dei collant, se si indossa magari un vestito lungo e morbido, ma l’importante è che non siano stretti e opprimenti alle gambe e all’addome.


I Tessuti Più Consigliati Per Tutte Le Stagioni

I vestiti da indossare in aereo, per essere estremamente pratici, devono essere composti da buoni tessuti e materiali.

Per i viaggi estivi, sono consigliati tessuti leggeri, come la seta, il cotone oppure la microfibra.

Ottimo è anche il jeans leggero, soprattutto per i pantaloni.

Per quanto riguarda, invece, i viaggi invernali con magari destinazioni in montagna, sono consigliati tessuti come la lana, il pile, la flanella oppure il velluto, il quale ha diverse strutture che gli permettono di essere versatile, anche per le stagioni più miti.

Viaggiare Lavorando

Mi chiamo Alessio, il mio obbiettivo è quello di riuscire in breve tempo a Viaggiare Lavorando in giro per il Mondo, con l'aiuto di questo sito e di voi lettori conto di raggiungere questo traguardo entro 12 mesi. Cosa vi chiedo in cambio? Assolutamente nulla, se amate i Viaggi e vi piace l'idea di Vivere Viaggiando troverete i miei contenuti davvero Interessanti!

Articolo Precedente