Questo Articolo Potrebbe contenere link di Affiliazione dei link di affiliazione Amazon o Awin, cliccando sui link e successivamente effettuando un acquisto mi permetterete di guadagnare una piccola commissione, nessun aumento di prezzo ovviamente. Maggiori informazioni qui.

Migliori Cache Plugin per Wordpress La Top 5

Migliori Cache Plugin per WordPress : La Top 5

Di Plugin Cache WordPress, ne possiamo trovare oltre 900, ma alcuni di questi sono sicuramente più efficienti di altri per velocizzare WordPress e migliorarne le prestazioni in generale.

Trascurare l’aspetto della velocità di caricamento del tuo sito, potrebbe portare anche a delle perdite ingenti di denaro, e questo chiaramente non deve avvenire per qualsiasi business che si rispetti.

Per comprendere meglio questo concetto, basti pensare che un ritardo di anche solo un secondo nel caricamento del sito, può arrivare a penalizzare il traffico anche fino al 40%, con l’aggravante che quasi un utente su 2 ha la tendenza ad abbandonare il sito se il caricamento oltrepassa la soglia dei 3 secondi.

Questi sono i motivi per cui è necessario capire quali siano i migliori Cache Plugin per WordPress, quindi di seguito vedremo i principali, in una panoramica tra gratuiti, a pagamento, e ibridi, ovvero disponibili in entrambi le versioni.


L’importanza di un sito veloce

Abbiamo detto che almeno un utente su due si aspetta un caricamento del sito inferiore ai tre secondi.

Per comprendere meglio l’incidenza che un sito lento può avere sotto il profilo economico, vogliamo riportare un esempio concreto.

  • Ipotizziamo che il tuo shop abbia approssimativamente ogni settimana 1000 visitatori unici.
  • Supponiamo che il tasso di conversione sia del 5%, e che l’importo medio degli ordini sia di 100 euro.
  • Questo significherebbe realizzare un fatturato settimanale di 5.000 euro, quindi di 260.000 euro annui.

Se al contrario il tuo e-commerce impiegasse più di 3 secondi a caricare le pagine, perderesti circa il 40% del traffico, generando una perdita di 104.000 euro annui.

Oggettivamente parliamo di cifre piuttosto importanti, a cui aggiungere un ulteriore fattore.

L’80% di quel 40% che in precedenza aveva abbandonato il sito, non tornerà a visitarlo, quindi sul lungo termine perderai un numero di potenziali clienti altissimo.

Fortunatamente un modo per porre rimedio a questa situazione esiste, ed è la Cache.


Cache: che cos’è?

Ogni qualvolta un utente visita il tuo sito web, viene effettuata una richiesta al tuo server.

Tale server invierà i risultati della richiesta al browser del visitatore.

Dalla parte dell’utente, il sito verrà visto come il prodotto finale, composto da intestazioni, immagini, video, menù, contenuto del blog ed altro ancora.

A seconda di quanto è complesso il tuo sito, il server impiegherà una certa quantità di tempo per elaborare tutti gli elementi sopra descritti e farli vedere all’utente stesso.

In questa equazione entra in gioco la Cache, che memorizza quelli che sono i contenuti recentemente visualizzati, così da poterli mostrare con una tempistica inferiore al visitatore successivo.

In parole povere, memorizzare la Cache per il server significa che sarà necessario meno lavoro per permettere la visualizzazione corretta delle pagine.

Tutto questo comporta chiaramente una maggiore velocità di caricamento.


Articoli Consigliati :


Cache Plugin per WordPress: perché sono necessari

Senza un Cache Plugin per WordPress, ogni richiesta per la visualizzazione degli elementi del tuo sito viene inviata al server, e questo accade tutte le volte che qualche utente visita il tuo sito, a prescindere ne abbia già visualizzato i contenuti.

Un Cache Plugin in sintesi offre i seguenti benefici:

• Aumento della velocità del sito web.
• Miglioramento dell’esperienza utente.
• Riduzione del carico di lavoro del server.
• Diminuzione del TTFB, ovvero del tempo al primo byte.

I Cache Plugin WordPress generano una pagina statica HTML del sito, che viene successivamente salvata sul tuo server.

Ogni qualvolta un utente visita il tuo sito web, interviene il Plugin mostrando al visitatore una versione HTML sicuramente più leggera degli script PHP.

Come anticipato, esistono numerosi Cache Plugin, alcuni più efficaci di altri.

Determinare quale sia in assoluto il più veloce, non è possibile.

Questo perché il contenuto del sito potrebbe richiedere un Plugin piuttosto che un altro, e non necessariamente lo stesso Plugin produce gli stessi risultati su tutti i siti.

Ad ogni modo, di seguito vedremo quali sono i migliori Cache Plugin per WordPress.


I migliori Cache Plugin per WordPress: quali sono?

Abbiamo stabilito che determinare in assoluto quale sia il miglior Plugin Cache per WordPress non è possibile, perché il risultato prodotto da uno di questi su un determinato sito, non è detto sia il medesimo su un altro sito.

Di seguito però vedremo quali sono i migliori, basandoci anche sul numero di installazioni attive effettuate dagli utenti.


1) W3 Total Cache

W3 Total Cache ha oltrepassato il milione di installazioni attive, dunque è uno dei Cache Plugin WordPress più noti del mercato.

Parliamo di un Plugin open source totalmente gratuito, che dopo l’installazione ti darà accesso ad una serie di funzionalità, senza che alcun upsell ti venga richiesto.

Tra le funzionalità principali, W3 Total Cache permette di risparmiare larghezza di banda, consente l’ottimizzazione dei feed e la compressione HTTP.

W3 Total Cache funziona con entrambi le versioni del tuo sito, desktop e mobile, ed è in grado di integrarsi con le CDN più note.

Il Plugin è utile anche nel caso il tuo sito dovesse avere il certificato SSL, dunque significa che per gli e-commerce risulta ad oggi una delle migliori scelte.

Esiste però una controindicazione, che si determina nella complessità d’uso.

Questo significa che per i principianti di WordPress, potrebbe non risultare la scelta migliore.

Per comprendere meglio il motivo di questa affermazione, ti basti pensare che solamente per la sezione impostazioni sono previste 16 pagine, anche se ad onor del vero non è prevista la compilazione manuale per tutte queste opzioni.

Quelle che sono le impostazioni predefinite infatti, sono operative fin da subito.

Nonostante ciò, il Plugin continua ad essere consigliato solamente agli sviluppatori con una certa esperienza.

Le impostazioni sono diverse sulla base dell’elemento da visualizzare, quindi per gli oggetti, le pagine, etc…

Il mio parere su questo Plugin è buono ma avendolo utilizzato per parecchio tempo su più siti lo consiglio solamente se volete partire immediatamente con un nuovo sito e volete contenere la spesa.

In questo caso essendo Gratuito svolge il suo lavoro discretamente.

Non lo consiglio invece su siti di grandi dimensioni e già avviati, più volte mi è capitato che dopo un aggiornamento andasse in conflitto con qualche funzionalità del sito creando non pochi problemi.

Ma ripeto se volete partire a budget zero è un ottima soluzione.

Qui il link al download per chi fosse interessato.


2) WP Rocket

wordpress prezzi licenze

WP Rocket (Qui la Recensione Completa) possiamo definirlo come diametralmente opposto, in termini di semplicità d’utilizzo, a W3 Total Cache.

Sia l’installazione che la configurazione del Plugin infatti, sono semplici ed intuitive, e il design è decisamente fruibile.

La semplicità di WP Rocket però, non gli impedisce di offrire anche tutta una serie di impostazioni avanzate in grado di soddisfare anche gli utenti più esigenti.

Ed è questo aspetto in particolare che rende il Plugin uno dei migliori a pagamento presenti sul mercato.

Nonostante sia sempre opportuno fare riferimento al sito ufficiale per le tariffe che potrebbero variare con il tempo, al momento in cui viene scritto questo articolo, le soluzioni disponibili per WP Rocket sono tre, ovvero:

PianoNumero di InstallazioniPrezzoPrezzo Rinnovo
Single1 Sito49 $ all’anno24.5 Euro
Plus3 Siti99 $ all’anno49 Euro
InfiniteIllimitato249 $ all’anno125 Euro

Anche se a prima vista, dal momento che sul mercato possiamo trovare soluzioni gratuite, potresti pensare sia inutile sostenere una spesa per l’acquisto di WP Rocket, dobbiamo precisare che il Plugin vale quello che costa.

D’altronde, con circa 50 euro all’anno, hai la possibilità di avere un Plugin facile da utilizzare, e che quindi ti permette di risparmiare moltissimo tempo nelle configurazioni, con moltissime funzionalità extra non disponibili nei Plugin gratuiti.

Grazie a WP Rocket, e soprattutto alla sua semplicità di utilizzo, avrai in brevissimo tempo un sito veloce, cosa che tra l’altro contribuirà ad un miglior posizionamento SEO sui motori di ricerca.

Questo perché tutti i file HTML, Javascript e CSS verranno minimizzati, andando di conseguenza ad aumentare l’effettiva velocità di caricamento del tuo sito web.

Un altro dei vantaggi principali di questo Plugin, è la funzione “Lazy Load”, destinata alle immagini.

Tale funzione permette il caricamento appunto delle immagini, solamente quando l’utente le visualizzerà sullo schermo.

In altre parole, se sul tuo sito sono presenti pagine con tante immagini, inizialmente queste non verrano caricate, andando anche in questo caso a migliorare notevolmente i tempi di caricamento.

WP Rocket aiuta inoltre ad ottimizzare i Font di Google, caratteristica che praticamente non è presente quasi in nessuna delle altre soluzioni sul mercato.

In sintesi possiamo dire come WP Rocket sia di diritto uno dei migliori Cache Plugin per WordPress in circolazione, idoneo sia ai principianti, che agli sviluppatori più esperti ed esigenti.

Wp Rocket non ha paragoni con gli altri plugin che offrono le stesse caratteristiche, siamo proprio su un’altro pianeta.

Non è un’affermazione dettata dal fatto di essere affiliato e che guadagno una piccola commissione se acquistate il Plugin da questo link, ho un piano infinite come potete vedere qui nella Recensione Completa, ed è quindi la mia opinione da consumatore.

Per quanto riguarda le licenze, un aspetto molto positivo è che il rinnovo costa sempre la metà, vi offrono il 50% di sconto se rinnovate la licenza prima della scadenza.

Se acquistate quindi la licenza per un sito a 49 euro, il rinnovo vi costerà la metà.


3) WP Super Cache

WP Super Cache ha oltrepassato i 2 milioni di installazioni attive.

Questo parametro non necessariamente corrisponde ad una migliore qualità del Plugin rispetto ad altri, ma sicuramente è un dato indicativo: se lo utilizzano così tante persone, un motivo ci sarà.

Ad ogni modo, anche WP Super Cache è un Plugin gratuito, quindi rimane una valida alternativa nel caso non fossi disposto a spendere soldi per velocizzare il tuo sito.

Il Plugin crea file statici HTML, visualizzandoli al posto dei più pesanti script PHP, ed offre tre differenti modi di memorizzazione nella Cache, ovvero Semplice, Esperto e Cache Wp.

La maggioranza degli utenti utilizza la modalità Semplice, mentre chiaramente quella Esperto è più complessa quindi richiede del tempo per la configurazione. In altre parole, a meno tu non sia in possesso di competenze di programmazione e di sviluppo web, questa non è certamente l’opzione consigliata per te.

Questo perché se dovessi commettere degli errori, potresti anche compromettere il funzionamento del tuo sito.

La terza modalità invece, la Cache Wp, viene impiegata per memorizzare nella Cache quello che è il contenuto per gli utenti noti del sito.

E’ un Plugin che ho testato nell’ultimo periodo prima di passare al piano Ultimate di Wp Rocket.

Come vi dicevo poco fa infatti, W3 total cache mi ha completamente incasinato un sito dopo un aggiornamento, ho installato al suo posto Wp Super Cache e con risultati ottimi, lo battezzo come il miglior plugin gratuito per la cache, non è al livello dei plugin a pagamento ma è gratis e non gli si può chiedere di più!

Qui trovate il link al download.


4) Hyper Cache

Lo sviluppo di Hyper Cache è avvenuto pensando ai blog di WordPress.

Questo significa che il Plugin funzionerà su qualsiasi blog, senza che siano richieste complesse configurazioni.

Hyper Cache riesce ad ottimizzare la larghezza di banda, andando di conseguenza ad aumentare la velocità di caricamento delle pagine del tuo blog realizzato con WordPress.

L’installazione di Hyper Cache è molto semplice e veloce, caratteristica che rende il Plugin idoneo all’utilizzo anche da parte di utenti principianti. Inutile sottolineare come questo aspetto in particolare, sia quello che ha contribuito alla diffusione di Hyper Cache, e come questo possa rientrare di diritto nei migliori Plugin Cache WordPress.

Grazie alla semplicità di Hyper Cache, potrai “dimenticare” di averlo installato dopo la sua prima configurazione iniziale, perché oltre a questo non dovrai fare nulla altro.

Alcune delle impostazioni possono avere nomi strani, quindi dovrai prendere familiarità, ma il Plugin è in grado di fornirti alcuni consigli ed altrettante informazioni dettagliate su quali di queste impostazioni dovrebbero essere attivate, ma soprattutto su come influiranno sul tuo sito web.

Come detto, Hyper Cache è un Plugin gratuito, che offre supporto CDN, e permette la memorizzazione della Cache anche per dispositivi mobili.

Molto interessante è anche la modalità con cui Hyper Cache porta a compimento i backup del sito, dal momento che le cartelle della Cache, non saranno incluse nei backup, che di conseguenza avranno dimensioni inferiori facendo risparmiare spazio prezioso.

Questa è una soluzione che si rivela idonea per quei blog che sviluppano un alto numero di commenti, mentre è da sconsigliarsi per le piattaforme di e-commerce.

Per quest’ultima categoria, il migliore rimane sempre Wp Rocket.

Qui trovate il link al Download.


5) Comet Cache

Comet Cache è un altro Plugin caratterizzato da un processo di installazione particolarmente facile e veloce.

Se deciderai di utilizzarlo infatti, una volta terminata tale installazione potrai renderti conto di come la navigazione della dashboard sia davvero intuitiva.

Oltre alla sua facilità d’uso, un altro dei pregi di Comet Cache è che sono disponibili una quantità infinita di risorse che ti permetteranno di capire cosa fare e di apprendere tutto quello che c’è da sapere in merito alla memorizzazione nella Cache.

Tutto questo non potrà far altro che aiutarti a configurare al meglio le impostazioni, in modo da ottimizzare quelle che sono le prestazioni del tuo sito web.

Se sei alla ricerca di una soluzione semplice, Comet Cache potrebbe davvero fare al caso tuo, anche perché la possibilità di poter memorizzare nella Cache i contenuti visualizzati dai visitatori che hanno effettuato l’accesso, lo rende un’opzione top per le pagine dei siti membership.

Un’altra particolarità di Comet Cache, è che in realtà non esiste solamente nella versione gratuita, ma anche in quella a pagamento. Per moltissimi utenti potrà bastare la prima, ma chiaramente gli aggiornamenti a pagamento sono in grado di offrire delle funzionalità maggiori.

Aggiornando Comet Cache dunque, potrai svuotare la Cache in maniera automatica e intelligente.

Qui il link al Download.


Migliori Cache Plugin per WordPress: in conclusione

A questo punto sarà sicuramente più chiaro come l’installazione di un Cache Plugin per WordPress possa rendere il tuo sito estremamente più veloce il tuo sito web, andando di fatto a migliorare quella che è l’esperienza utente.

Quelli che abbiamo elencato rappresentano alcune delle soluzioni migliori presenti sul mercato, sia tra quelli gratuiti, che tra quelli a pagamento (o anche ibridi, come Comet Cache).

Come detto però, stabilire il miglior Plugin in assoluto non è possibile, perché molto dipende da cosa stai effettivamente cercando.

Alcuni di questi Plugin infatti, sono stati progettati per funzionare correttamente sugli e-commerce, mentre altri invece sono più idonei ai principianti.

Altri ancora sono destinati solamente agli esperti.

La prima domanda che dovresti farti quindi, è se sei alla ricerca di una soluzione gratuita, valida ma con funzionalità inferiori, oppure una a pagamento.

La seconda richiede sicuramente un impegno economico da parte tua (comunque contenuto), ma solitamente è in grado di offrirti una qualità superiore e una migliore fruibilità.

Un secondo criterio con cui valutare un’opzione piuttosto che un’altra, riguarda che il tuo livello di esperienza tecnica.

Se sei alle prima armi, sono da evitare quelle soluzioni destinate agli esperti, che potrebbero condurti a degli errori anche in grado di danneggiare il tuo sito web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su