Cosa Vedere In Toscana : Posti Più Belli E Natura 

posti da visitare in Toscana sono molti in quanto si sa che questa è una delle regioni italiane più belle, vaste e interessanti del Bel Paese, soprattutto grazie alle sue numerose città d’arte.

La cultura si presenta di valore inestimabile e la presenza di molteplici aree naturali uniche nel loro genere, contribuiscono a fare in modo che le cose da vedere in Toscana sono molte, a partire, ad esempio dalla Maremma insieme ad alcune isole dell’arcipelago toscano come Capraia o la stessa Isola d’Elba.

Tra le città spiccano Firenze, Siena e Pisa.

Forse ti starai chiedendo quali sono i posti più belli della Toscana, quali aree naturali sono considerate le migliori, oppure quali sono le esperienze da fare in Toscana. 

Ti diamo alcuni suggerimenti sui posti più belli da visitare in Toscana, andando oltre alle solite visite di città e luoghi prettamente turistici.


Alcune idee della campagna toscana da visitare

Chianti

Non solo città per ammirare l’arte. Ci sono moltissimi luoghi della campagna toscana da visitare. 

Questa magnifica regione alterna località turistiche ad aree incontaminate e magnifiche capaci di unire natura, arte, cultura, tradizione e buon cibo.

Ne sono un esempio le celebri Colline del Chianti, la località Gavorrano, insieme ad alcuni paesi immersi nella natura della Maremma oppure alcune isole sul mare Tirreno della regione. 

Il consiglio per organizzare un viaggio in Toscana è quello di stilare un buon itinerario, magari di una settimana di vacanza in estate o in primavera, per visitare i posti più belli e suggestivi nei parchi naturali e nelle città più legate alla tradizione oppure facendo visita ai posti turistici della Toscana

Sicuramente uno dei luoghi più belli sono le Greve e Montefioralle nelle nella vasta area del Chianti, a seguire con una delle zone di montagna più caratteristiche come Abetone, oppure le celebri Cave di Carrara nei pressi di Colonnata e magari facendo visita anche alle isole più enigmatiche del Mar Tirreno ad esempio l’Isola di Pianosa e Capraia oppure la mistica Laguna di Orbetello. 

Ci sono, inoltre, moltissimi paesi colmi di tradizione e cultura tipiche della regione toscana, come San Gimignano, Grosseto, Capalbio e per proseguire la scoperta della natura toscana e maremmana si potrebbe fare una tappa al mare, magari sulle spiagge di Castiglioncello e Castiglione della Pescaia. 

Insomma, in Toscana esiste da sempre una unione incantevole tra bellezze naturali e tradizioni culturali legate da secoli alla storia locale e all’arte che è diventata con il tempo emblema territoriale del Bel Paese.


Le maestose Colline del Chianti: Greve e Montefioralle

Greve

Colline dorate e verde smeraldo, distese di viti e piccoli borghi misteriosi immersi nella natura toscana sono solo alcuni degli elementi che caratterizzano la zona del Chianti.

La campagna toscana è da visitare in quanto offre diversi spunti naturalistici e curiosi. 
Infatti, è qui che ci sono i posti più belli della Toscana, al di là delle città d’arte.

Al di fuori delle belle città di Firenze e Siena, imboccando le strade statali o provinciali minori come quelle della Chiantigiana e della Cassia (strada statale), è possibile assistere ad un panorama magico e senza eguali, lasciandosi condurre dall’ispirazione del territorio per visitare alcuni borghi limitrofi. 

Due dei luoghi caratteristici sicuramente da conoscere sono appunto Greve e Montefioralle.

Il primo è un piccolo comune fuori dal capoluogo fiorentino, immerso tra i famosi Monti del Chianti in cui si estende anche il celebre e più alto Monte di San Michele. 

Viene definito un piccolo gioiello della valle del Chianti, il quale unisce più parti del territorio ossia quello senese, la Val di Greve, Valdarno e la strada principale che conduce infine alla città di Firenze. 

Come piccolissima frazione, la cittadina di Greve ha un borgo davvero accattivante e suggestivo chiamato Montefioralle.

Questo luogo è classificato come uno dei borghi più belli d’Italia (in una lista di 308), sviluppato su una collina che molti secoli fa era una semplice zona feudale. 

Naturalmente emblemi del luogo sono il castello, intorno al quale si è creato l’intero borgo ed infine le casette tipiche medievali in sasso e legno ornate di fiori, le quali caratterizzano il bel paesello in una atmosfera antica e tradizionale.


La città di Gavorrano

Tra i borghi toscani da visitare vi è Gavorrano, un antico e alto paese in provincia di Grosseto, il quale è unico nel suo genere poiché si innalza tra le grandi distese delle colline e montagne del panorama toscano. 

Tra i posti belli in Toscana vi sono proprio i piccoli paesini, alcuni dei quali medievali o comunque ricchi di storia.

Il paese è caratterizzato da diversi palazzi antichi, due castelli principali tra cui il Castello della Pietra e Castel di Ravi, fattorie e case contadine che accerchiano l’intero borgo, monumenti, ma soprattutto aree naturali come il Biotopo del Monte Calvo e anche diverse zone archeologiche. 

Il Monte Calvo è una alta collina boschiva che si erge tra Gavorrano e Ravi, caratterizzata da un complesso boschivo molto esteso.

Interessanti da conoscere sono le Necropoli di San Germano e quella di Santa Teresa Nuova, probabilmente di origine etrusca.

Se non sai cosa vedere in Toscana, la natura offre diverse possibilità

Ci sono anche il Parco Minerario Naturalistico, il quale ingloba il Parco delle Rocce ed infine la grande area Nazionale delle Colline Metallifere Grossettane, una delle zone più estese in natura dell’intera regione.


Le Cave di Carrara

cave di carrara

Tra i paesi di Torano, Miseglia e Colonnata è situato uno dei più suggestivi e grandi bacini di marmo, ossia le Cave di Carrara. Questo si può definire un grande cantiere in marmo, un posto estremamente suggestivo e ricco di storia. 

In questi scavi, il celebre artista e scultore Michelangelo prendeva molto spesso i materiali necessari per la realizzazione delle sue opere principali, poiché dotati di una qualità inestimabile per la creazione di opere di scultura maestose (come il Mosè o la Pietà). 

Per conoscere al meglio l’intero cantiere un consiglio è quello di prenotare un buon tour o escursione con i tecnici e le guide competenti sul posto, non solo per visitare la cava, ma per godersi anche il panorama in tutta sicurezza. 

carrara

Molto interessanti sono le escursioni organizzate in auto oppure a piedi in gruppo, le quali portano fino la cima della cava attraversando un percorso in salita a “zig zag” verso uno scorcio panoramico sul mare e su una parte della Toscana davvero mozzafiato, una delle tante cose da fare in Toscana.


La città di San Gimignano

San Gimignano

Nella campagna toscana che cosa si può visitare?

Ebbene, esiste un bellissimo borgo patrimonio dell’UNESCO nella località di San Gimignano, in provincia di Siena. 

La cittadella è stata anche denominata “La città delle Cento Torri”, ma oggi di tutte quelle presenti ne rimangono solo tredici (comunque sempre affascinanti e interessanti per diversi spunti fotografici).

Basta una semplice passeggiata nel centro storico per ammirare la bellezza e l’imponenza dei palazzi principali e delle celebri torri, ormai diventate anche emblema della regione Toscana da visitare.

San Gimignano è anche un ottimo luogo per assaporare prelibatezze regionali, sicuramente una delle esperienze più belle da fare in Toscana.

Dopo una piacevole passeggiata si potrebbe proseguire la visita cittadina poco lontano dal centro del paese, verso la parte Ovest, per scoprire l’incantevole parte naturale della Riserva di Castelvecchio.

Essa è un trionfo di boschi composti da faggi e aceri, ormai emblemi della zona, con presenti anche le famose rovine della Rocca di Castelvecchio.

Interessante è anche scoprire la parte archeologica della Necropoli di Cellole, in cui sono riposti dei resti di tombe e strutture etrusche.


La città di Grosseto

Grosseto

Un altro dei posti più belli in Toscana è sicuramente la città di Grosseto, in cui si deve assolutamente conoscere il repertorio culturale e artistico locale.

Il centro è una perla cittadina circondata da mura medievali, e oltre alla parte monumentale costituita dal Duomo e dalla Chiese di San Francesco e San Pietro, davvero interessanti sono i diversi musei che propongono reperti archeologici tipici maremmani come il Museo Archeologico e d’Arte della Maremma e il Museo di Storia Naturale.

Grosseto comprende anche una parte del meraviglioso parco della Maremma, una vasta estensione boschiva protetta dalla regione, che comprende moltissimi esemplari di querce, oliveti secolari, piante da sughero e arbusti. 

Interessante è anche il grande parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, il quale comprende un piccolo insieme di isole del Mar Tirreno chiamate le “Formiche di Grosseto”.


Il parco di Giannutri

Il parco di Giannutri

La particolarità di Giannutri è che questo luogo si può definire sia una isola splendida in cui fare immersioni in acque limpide e cristalline, sia un parco naturale di un valore inestimabile, tutto da scoprire. 

Se vuoi visitare la natura Toscana non puoi rinunciare a questo magnifico parco.

Infatti, una delle attività da fare in questa splendida parte della regione è quella di organizzare lunghe passeggiate o escursioni alla scoperta del territorio. 

Nell’entroterra dell’isola, inoltre, ci sono dei resti della rocca romana del II secolo, infine è possibile anche scrutare o accedere al faro, dal quale è possibile contemplare uno splendido panorama sul mare dalla punta del Capel Rosso.


La città di Capalbio

Capalbio

Capalbio è uno dei borghi più belli della Toscana.

Risulta molto suggestivo poiché è posto in una posizione strategica quasi sul mare, mantenendo tutte le caratteristiche tipiche di un borgo medievale, con il tipico castello centrale e le mura.

Infatti, davvero interessante e fare visita alla Rocca Aldobrandesca, colma di arte e cultura del Medioevo, proseguendo poi verso il Giardino dei Tarocchi, un luogo incantato composto da sculture e opere d’arte, talvolta cornice di eventi e mostre. 

Inoltre, esiste in una riserva amministrata dal WWF, con protagonista il Lago di Burano, una laguna protetta e definita uno dei posti naturali più custoditi regionali.
Senza dubbio Capalbio si tratta di uno dei borghi da visitare in Toscana.


La spiaggia di Castiglioncello

Castiglioncello

Tra i posti turistici in Toscana si segnala la città di Castiglioncello, una splendida cittadina di mare, emblematica per le sue spiagge e per le sue ampie scogliere che si tuffano direttamente nelle acque cristalline del luogo. 

La bellezza del bel paese di Castiglioncello ha quasi un valore inestimabile, poiché è stata definita dai cittadini locali e dalla Toscana la “perla del Mar Tirreno”.

Nel perfetto itinerario in Toscana una capatina qui non può certo mancare.

Tutti i turisti amanti del mare e della spiaggia a Castiglioncello possono trovare riposo e anche godere dei bellissimi panorami al tramonto direttamente dalla spiaggia chiara e pulita. 

La cittadella e il centro storico sono infatti stati molto valorizzati e apprezzati da diversi artisti e pittori, compresi moltissimi esponenti del movimento dei Macchiaioli (1800). 

Castiglioncello si potrebbe definire uno dei posti più belli da visitare in Toscana, una perfetta unione tra arte, natura, collina e soprattutto mare.


La spiaggia di Castiglione della Pescaia

Castiglione della Pescaia

Ci sono moltissimi posti turistici da vedere in Toscana, soprattutto borghi immersi nella natura e sul mare, poiché le acque che bagnano un’altra bella cittadina,ossia Castiglione della Pescaia, sono proprio quelle del Mar Tirreno.

Questo luogo è molto apprezzato anche dai turisti stranieri, grazie alle sue spiagge molto vivaci e alle proposte culinarie locali.

Molto belle da visitare, soprattutto per i reperti archeologici, sono le vie della cittadella etrusca di Vetulonia con anche un breve tour nella Riserva Naturale di Diaccia Botrona.


L’Isola di Pianosa

L’Isola di Pianosa

La Toscana è una delle regioni più belle della penisola italiana, soprattutto grazie alla presenza di isole davvero speciali, dotate di una bellezza fuori dal comune. 

Non è solo l’Isola d’Elba che merita visita, nonostante sia la più grande e la più conosciuta.

Vi sono anche alternative particolarmente accattivanti e varie.

Infatti, è proprio l’Isola di Pianosa ad essere una dei gioielli toscani più riconosciuti sia dai cittadini locali, sia dai turisti stranieri. 

La località di Pianosa è una perfetta armonia tra storia e natura, poiché è stata per lungo tempo una isola carceraria in cui sono stati tenuti moltissimi personaggi storici. 

Sebbene questa sua caratteristica possa sembrare un elemento cupo della storia dell’isola, in realtà Pianosa è molto apprezzata non solo per la sua storia e la bellezza delle spiagge, ma soprattutto per la vasta biodiversità che compone il luogo.

Infatti, a Pianosa ci sono moltissimi animali che si possono avvistare, tra cui diverse specie di uccelli di origine marina, falchi pellegrini, tartarughe marine, delfini e anche alcuni gruppi di foche monache. 

Tra le esperienze da fare in Toscana, se sei appassionato di bird watching, troverai in questa splendida isola diverse possibilità di avvistamento.


L’Isola di Capraia

L’Isola di Capraia

L’Isola di Capraia è definita una dei luoghi più belli della Toscana, in cui vige un trionfo della natura inviolata con una atmosfera fresca e magica, grazie alla presenza del mare cristallino e di un paesaggio molto selvaggio e accattivante.

Capraia è il luogo ideale per tutti coloro che vogliono passare qualche tempo in estrema tranquillità a contatto diretto con la natura, alla scoperta di piccole spiagge inesplorate, lagune limpide e soprattutto aree verdi in cui fare delle belle passeggiate o escursioni tra le rocce.

La vita del centro dell’isola, invece, è molto vivo e accogliente, poiché è presente il porto con diversi ristoranti in cui sostare per qualche ora, assaggiando gustosi piatti tipici della zona.

Il centro di Capraia è inoltre posto in un luogo strategico su una altura, da cui è possibile vedere delle rovine di antiche rocche con il celebre faro.

L’Isola è raggiungibile dal porto di Livorno e soprattutto si trova non molto lontano da una altra isola molto importante come la Corsica. 


Porto Santo Stefano e Porto Ercole

Porto Santo Stefano

La Toscana è colma di luoghi incantevoli che si affacciano sul mare, ma una delle particolarità della regione è la presenza di borghi formati in piccoli nuclei urbani direttamente sull’acqua, proprio come Porto Santo Stefano e Porto Ercole.

Infatti, questi due borghi sul mare, appartengono a un territorio davvero unico, caratterizzato da un mare cristallino, una vegetazione importante con fortezze e rocche storiche davvero interessanti.

Per godere maggiormente del paesaggio e conoscere il territorio in tutto il suo splendore, il consiglio è quello di organizzare delle piacevoli escursioni sulle strade panoramiche oppure fare delle attività a contatto con la natura come arrampicata oppure sport sul mare. 

Se non sai cosa fare in Toscana per vivere un periodo di vacanza diverso dal solito, ecco che a Porto Santo Stefano e a Porto Ercole le esperienze non mancano.

Questi due borghi marittimi sono immersi in quella che è chiamata la zona dell’Argentario, in cui si trova appunto il relativo Monte Argentario, su cui è possibile scoprire le torri dell’Argentiera e di Capo d’Omo, con la bellissima Riserva Naturale di Duna Feniglia.


Monte Amiata

Monte Amiata

Tra la Maremma e gli Appennini della regione Toscana ci sono dei luoghi incantevoli da scoprire, soprattutto per gli amanti della montagna e della natura incontaminata.

Tra le cose da fare in Toscana, le esperienze naturalistiche interessano una buona parte del tempo.

Infatti, magari durante la stagione invernale, molto interessante è visitare Monte Amiata, un contesto di montagne situato tra la provincia di Grosseto e quella di Siena.

Non molto lontano dalla Val d’Orcia e dalla Val di Paglia, il Monte Amiata si può definire un trionfo della natura grazie alla presenza di diversi parchi protetti come la Riserva Naturale di Monte Penna e anche la riserva difesa dal WWF di Bosco Rocconi. 

In questo luogo magico ci sono diverse piste da sci, molto belle da sfruttare durante la stagione invernale, ma soprattutto nei dintorni anche in altri periodi dell’anno si potrebbe fare visita al borgo urbano medievale di Semproniano oppure fare una breve tappa alle frazioni di Rocchette di Fazio e la Pieve di Lamula. 


I boschi di Abetone

I boschi di Abetone

Sempre per gli amanti della montagna toscana è consigliata una tappa tra le foreste di Abetone, al di fuori di Pisa e Pistoia.

Questo si potrebbe definire il luogo perfetto per chi ama passeggiare nella natura boschiva e totalmente lontano dalla vita urbana, poiché i boschi di Abetone sono molto freschi e rinomati per fare delle ottime escursioni, anche in bicicletta.

Il piccolo centro di Abetone è molto limitato e circondato interamente da vegetazione composta da diverse specie di alberi come abeti, faggi e querce.

Abetone è anche una zona molto bella da godere in inverno, grazie alla presenza di diversi impianti da sci.


Parco naturale della Maremma

Posti belli da visitare in Toscana ce ne sono e la Maremma è sicuramente uno spazio che regala relax, pace e sa appagare la vista con le sue distese uniche composte da boschi, campi e colori particolari.

Come area naturale per eccellenza in Toscana è presente il vastissimo e celebre Parco naturale della Maremma, un trionfo della natura incorrotta, colma di luoghi inesplorati.

Viene compreso nella provincia di Grosseto, il quale comprende anche gran parte del territorio maremmano, con tutte le sue caratteristiche territoriali e biodiversità animale.

Oltre alla possibilità di organizzare delle ottime escursioni in gruppo alla scoperta del territorio, tra le diverse aree del parco sono comprese dei siti archeologici molto interessanti, di origine romana ed etrusca, roccaforti di origine medievale e anche diversi luoghi di culto antichi come la Abazia di San Rabano.

Inoltre, per organizzare al meglio le proprie attività il consiglio è quello di raggiungere Alberese, da cui possono partire la maggior parte degli itinerari turistici oppure verso la zona di Talamone.

Interessante è anche scoprire l’Acquario della Laguna di Orbetello, molto ricco di specie diverse faunistiche legate alla flora locale.

Pubblicato per la prima volta in dataOttobre 19, 2021 @ 9:34 pm

Ti è Piaciuto l'Articolo? Condividilo sui Social

Articoli simili