Cosa Vedere In Giappone In 15 Giorni : Itinerario e Consigli di Viaggio

Vuoi affrontare un viaggio in Oriente e vuoi sapere cosa vedere in Giappone in 15 giorni?

Un buon itinerario di due settimane in Giappone deve essere affrontato da un viaggiatore attento, organizzato e soprattutto molto appassionato, proprio per apprezzare al massimo tutte le mete e luoghi di interesse della nazione.

Il Giappone necessita di almeno due settimane per essere amato e conosciuto, poiché offre magnifici posti culturali, paesaggi maestosi con parchi naturali, montagne e città in cui pullulano cultura, tecnologia e progresso, con anche una attenta valorizzazione del patrimonio artistico dell’antichità.

In quindici giorni, grazie al nostro itinerario e ai nostri consigli, il viaggiatore riuscirà a viaggiare risparmiando, in tranquillità e cercando di vedere il più possibile.


Itinerario E Consigli Di Viaggio

Immagina di dividere il tuo itinerario in due parti: nella prima settimana potrai dedicare tempo ai parchi naturali e ai paesi più caratteristici fuori dalla capitale, mentre nella seconda settimana concentrarti alla scoperta di Tokyo.

Un percorso completo e accattivante potrebbe essere il seguente: arrivare a Osaka e passarci la notte e la giornata seguente, per poi giungere a Kyoto il giorno successivo e dopo due giorni visitare Nagoya, Hakone, Odawara e Yokohama, distribuendo queste tappe per il resto della settimana.

Successivamente, trascorrere le ultime giornate a Tokyo, tra i suoi vasti e meravigliosi quartieri con una toccata e fuga a Nikko.


Quando Andare in Giappone

Le stagioni ideali per passare due settimane in queste città del Giappone sono sicuramente la primavera e il tardo autunno, ossia stagioni con un clima mite, in cui le temperature sono più equilibrate, rispetto alla stagione estiva e quella invernale.

Inoltre, durante la i mesi primaverili il Giappone assume colori straordinari, grazie anche alla fioritura dei ciliegi tra il mese di marzo e aprile.

In autunno, invece, cambiano ancora una volta i colori degli alberi e dei fiori e i mesi prediletti per viaggiare sono ottobre e novembre.


Come Spostarsi in Giappone

Per esplorare un Paese importante e vasto come il Giappone, il viaggiatore deve ottimizzare i tempi e il denaro nelle proprie tasche: il consiglio primario è quello di utilizzare molto i mezzi pubblici, come i bus notturni, metro, treni e taxi.

Gli autobus di notte sono molto economici e predisposti per consentire il riposo ai passeggeri.

Sono utili per chi deve trasferirsi da una città all’altra,ottimizzando tempi e costi.

Insomma, per poter viaggiare in tranquillità, soprattutto da un punto di vista economico, per due settimane occorre stabilire un budget.


Che Biglietti E Mezzi Si Possono Utilizzare Per Spostarsi Tra Le Città Giapponesi?

Altro consiglio importante è quello di comprare un ticket speciale, ossia il Japan Rail Pass, un biglietto che si può utilizzare su diversi mezzi giapponesi, come i treni ad alta velocità e il Narita Express: il ticket suggerito in questo caso è quello di 14 giorni.

Questo biglietto permette da una parte di risparmiare, senza preoccuparsi di comprare biglietti ulteriori ogni volta che si deve utilizzare un mezzo pubblico.

Inoltre, è molto comodo e utilizzabile in diverse occasioni.


Quanto Serve Per Andare In Giappone Per 2 Settimane

Bisogna considerare che se vuoi andare due settimane in Giappone il budget di riferimento dovrà riguardare una cifra piuttosto importante, ma ci sono anche delle possibilità più economiche, da valutare durante l’itinerario, per chi vuole spendere meno e intanto godersi ugualmente la vacanza tra luoghi interessanti e cibo locale.

Il Costo per un Viaggio in Giappone di 2 Settimane va da 1600 Euro circa per un Viaggio calcolato al risparmio ai circa 3000 Euro per la Fascia alta, sui 2500 Euro potrete affrontare il Viaggio Ideale nella fascia Media di Prezzo, inclusi trasporti, alloggio e cibo.

Ovviamente sono cifre che servono a darvi un’idea di quanto possa Costare un Viaggio di 15 giorni, l’argomento necessita un articolo a parte per andare nel dettaglio di ciascun aspetto, potete avere però una buona idea da queste poche righe.


Itinerario Giappone 15 Giorni

Dopo questa importante premessa e spunti per iniziare in modo sereno, organizzato e divertente il proprio itinerario, è giunto il momento di fare i bagagli e cominciare il proprio viaggio, alla scoperta del Giappone!


Giorno 1 : Arrivo ad Osaka

Osaka: arrivo in Aeroporto, giro serale e visita dei monumenti della tradizione

Aeroporto Internazionale di Osaka
Aeroporto Internazionale di Osaka

Dopo un lungo viaggio di circa dodici ore di aereo, arriverai all’Aeroporto Internazionale di Osaka.

Questo aeroscalo, situato su un’isola artificiale nella Baia di Osaka è molto comodo, poiché permette dei collegamenti con diverse ferrovie, ossia quella di Osaka, quella di Kyoto e quella di Namba.

Il consiglio è raggiungere subito un quartiere molto caratteristico, ossia Namba, per immergerti subito nel luogo.

In questo luogo è possibile sostare per mangiare qualche specialità del posto, come il granchio di Osaka, e fare un giro per uno dei quartieri più allegri per vivere la vita notturna.

Dopo una cenetta deliziosa, anche a base takoyaki o okonomiyaki, è possibile fare due passi tra i negozi, le diverse gallerie e molteplici centri commerciali aperti fino a tardi, come nella zona Shinsaibashi.

Dotombori zona dello Shopping Osaka
Dotombori zona dello Shopping Osaka

Il centro del quartiere Namba, però, è Dotombori, una zona molto vivace, spesso frequentata grazie ai suoi pub, locali e altri negozi molto particolari.

Se la stanchezza prende il sopravvento, è possibile cercare un hotel o ryokan vicino al centro, come “Il Cuore Namba”, raggiungibile tranquillamente a piedi dal centro di Namba.

In questo posto si può riposare e fare una piacevole colazione il giorno seguente, per poi proseguire la visita alla città con la prima tappa mattutina al Castello di Osaka, mentre nel pomeriggio si potrà visitare l’Acquario.


Giorno 2 : Il Castello antico e l’Acquario di Osaka.

Castello di Osaka al Tramonto
Castello di Osaka al Tramonto

Durante la mattinata, si potrebbe raggiungere in metro (OsakaMetro Sennichi Mae, linea per Minami) una preziosa perla di architettura giapponese, come il Castello di Osaka.

Esso consiste in una ricostruzione con componenti in oro, poiché nell’antichità è stato distrutto durante delle battaglie locali.

Al centro è situato un interessante museo che narra la storia del luogo e le antiche tradizioni dei samurai, figure giapponesi molto importanti e affascinanti.

Verso l’ora di pranzo si può raggiungere l’acquario dalla Stazione di Temmabashi (OsakaMetro linea Tanimachi Yao Minami).

Questo posto davvero particolare riprende tantissime aree naturali e ambientazioni marine dell’Oceano Pacifico, con all’interno moltissime specie animali, tra cui gli squali balena, le lontre, i pinguini, le meduse e altri animali.

Acquario Kaiyukan OSaka
Acquario Kaiyukan OSaka

Ci sono ben quattordici vasche, ma è possibile anche vedere altre zone in cui sono raggruppati mammiferi, rettili, anfibi, vegetazioni diverse, specie di fiori e piante giapponesi.

Dopo una sosta divertente in questo acquario gigantesco (adatto anche alle famiglie), organizzato su diversi piani, si può raggiungere nuovamente il centro di Osaka, passeggiando tra i quartieri oppure raggiungendo l’hotel o ryokan prescelti.

Si può passare la notte di nuovo in zona Namba, per poi il giorno dopo raggiungere un’altra importante meta, ossia Kyoto.


Giorno 3 E 4 : Kyoto, Due Giorni Tra I Templi, I Giardini E Ryokan Della Vecchia Capitale

Kyoto è la seconda città più grande e importante del Giappone.

E’ stata la capitale del grande Paese d’Oriente per circa un millennio.

Denominata anche la “città dei mille templi”, Kyoto offre tradizione, cultura e bellezze naturali fuori dagli schemi.

Per arrivarci da Osaka, occorre fare un viaggio molto lungo: la città dei templi dista circa 6 ore con i mezzi, quindi per risparmiare tempo puoi viaggiare di notte sui mezzi pubblici prendendo la metro facendo due cambi (da OsakaMetro Yotsubashi linea per Nishi e verso Kitano, Hakubaicho), oppure sfruttando dei bus notturni.

Questi sono molto economici e comodi per chi dovesse decidere di intraprendere tragitti di notte non indifferenti.

Arrivato a Kyoto, se vuoi riposare un pò prima di visitare il luogo puoi recarti in un bellissimo e caratteristico ryokan, come al Ryokan Tori, uno dei migliori del centro di Kyoto.

Castello di Nijo
Castello di Nijo

Dista a circa quindici minuti dalla stazione, raggiungibile serenamente a piedi.

Se l’orario lo consente puoi iniziare subito il tuo itinerario: al mattino è possibile visitare il Palazzo Imperiale e il Castello di Nijo, con un breve pranzo per poi proseguire la giornata a passeggio tra i ciliegi e altri templi importanti.

Si possono raggiungere in metro o in bus: visitando prima il palazzo dell’Antico Impero giapponese, si notano subito i meravigliosi giardini e complessi architettonici dell’antica tradizione e cultura nipponica.

Successivamente si può raggiungere in cammino il Palazzo di Nijo, patrimonio dell’UNESCO, immerso sempre nella natura tra giardini e fiori incantevoli.

Palazzo di Nijo
Palazzo di Nijo

Il clima è così sereno e tranquillo che è possibile sostare in qualche zona dei giardini per uno spuntino oppure per rilassarsi e leggere un buon libro, magari della cultura giapponese, assaporando proprio l’essenza e la magia del luogo.

Nel pomeriggio ci si può spostare dal Castello di Nijo al Padiglione d’Oro, sempre passeggiando oppure con un taxi, poiché ci sono circa una decina di minuti tra un luogo e l’altro.

Kinkaku-ji, Padiglione d'oro o Tempio dorato, Kyoto
Kinkaku-ji, Padiglione d’oro o Tempio dorato, Kyoto

Questo tempio è un’altra bellezza architettonica sempre presente nella preziosa lista UNESCO, posta sopra un laghetto cristallino.

Si può passare quasi tutto il pomeriggio in quella zona, per poi ritornare al ryokan verso sera, anche in taxi.

Per cena si può rimanere al proprio hotel oppure andare ad assaggiare una buona tempura in qualche ristorante tipico, come il “Muromachi Takatsuji-dori Agaru”.


Un Secondo Giorno Immersi Nella Natura, Tra Le Foreste Di Bambù

Il giorno seguente si può arrivare ad Arashiyama, zona ovest di Kyoto, in cui è possibile visitare la preziosa Foresta di Bambù.

Foresta di Bambù, Kyoto
Foresta di Bambù, Kyoto

Dal Ryokan Tori ci si può spostare in due modi, in taxi oppure con i mezzi pubblici, prendendo la linea Keifuku Arashiyama per Shijo-Omiya.

Se tu dovessi decidere di prendere questo mezzo, è bene sapere che la durata del viaggio per arrivare a destinazione è di circa un’ora, mentre con un taxi si arriva ad Arashiyama in circa venti minuti (ma è più costoso).

Una volta raggiunto il luogo, vicino alla stazione di Saga Arashiyama, si accede alla foresta: essa è un complesso maestoso di piante di bambù, con profumi e colori incredibili.

Okochi Sanso Garden Kyoto
Okochi Sanso Garden Kyoto

E’ possibile proseguire un percorso unico a piedi o in bicicletta, che porta verso una cima collinare in cui si osserva l’antica abitazione Okochi Sanso Garden, un ottimo luogo in cui degustare un buon tè giapponese a ridosso della natura e dei bambù.

Kuri Temple Tenryuji Tempio Zen, Kyoto
Kuri Temple Tenryuji Tempio Zen, Kyoto

In seguito è possibile raggiungere in tranquillità uno dei templi zen più importanti della zona, ossia il Tempio Tenryuji.

Verso il tardo pomeriggio, si può ritornare verso il proprio ryokan, per cenare in hotel per un’ultima volta e successivamente fare un giro notturno nel centro di Kyoto.


Giorno 5 : Nagoya, Verso Una Città Popolosa E Promiscua

Il quinto giorno dell’itinerario può essere trascorso in una bella città, moderna e vivace, dopo un ultimo saluto alla tranquilla e pacifica Kyoto, immersa tra natura e antichità.

La prossima città protagonista del viaggio sarà Nagoya.

Da Kyoto si può partire tranquillamente in mattinata, usando i mezzi pubblici come il treno.

JR Central Towers
JR Central Towers

Dalla stazione di Kyoto a quella centrale di Nagoya ci vuole circa un’ora e un quarto: una volta arrivati in città si possono osservare le JR Central Towers, con all’interno hotel, grandi magazzini e negozi, insieme ad uno dei grattacieli più alti della città, ossia Midland Square.

Il primo luogo di interesse, però, che vale la pena visitare nella città è il Castello di Nagoya.

Castello di Nagoya
Castello di Nagoya

Per arrivarci occorre prendere la metro dalla stazione centrale, con la linea Sakuradori, Hisayaodori, per poi prendere l’altra linea Meijo, Shiyakusho.

Dopo una brevissima camminata si arriva al castello: esso è uno dei più antichi e importanti della città.

E’ stato ristrutturato da qualche anno e i lavori proseguiranno fino al 2022, ma è possibile comunque visitare la parte circostante, composta da maestosi giardini con piantati i famosi ciliegi.

Inoltre, la visita può concentrarsi sul Palazzo Honmaru Goten.

Palazzo di Honmaru Goten
Palazzo di Honmaru Goten

L’edificio è caratterizzato da una architettura molto antica ed elegante, tipicamente giapponese, caratterizzato da “fusuma”, porte particolari ornate da suggestivi dipinti.

Per l’ora di pranzo è possibile fermarsi ad assaggiare qualche piatto della cucina locale.

Uno dei luoghi più apprezzati è l’Atsuta Horaiken Matsuzakaya, un ristorante molto carino che serve un’ottima anguilla.

Nel pomeriggio si può andare verso il Santuario di Atsuta, nella parte sud della città.

Atsuta-jingu, santuario di Atsuta, a Nagoya
Atsuta-jingu, santuario di Atsuta, a Nagoya

Raggiungibile anche in taxi in dieci minuti, il santuario è uno dei più preziosi della città, poiché rappresenta il forziere di un’opera inestimabile per il Giappone, ossia la della spada della divinità del sole Amaterasu.

L’edificio è anche considerato uno dei luoghi scintoisti di ritrovo e di preghiera più celebri, colmo di misticismo, arte e cultura.

Se in seguito, verso sera, non vuoi rimanere in città ma spostarti verso un altro paese più in periferia, puoi prendere i mezzi per raggiungere Hakone e passare la notte lì.


Giorno 6 : Hakone, Un Giorno Tra I Panorami Montuosi

Il mattino seguente potete ritrovarvi ad Hakone, dopo un breve sosta in un peculiare ryokan del luogo.

lago di Ashinoko
Lago Di Ashinoko

La cittadina è racchiusa nel meraviglioso Parco Nazionale Fuji, Hakone e Izu, il quale propone luoghi naturali in grado di generare stupore in qualsiasi turista, con il caratteristico lago di Ashinoko e in lontananza sullo sfondo il Monte Fuji.

Questo paese vale la pena vederlo durante la stagione primaverile, per osservare meglio i suoi colori e fare delle fotografie molto suggestive.

Hakone è riconosciuta, inoltre, come una tranquilla città termale: sono presenti delle aree con grandi vasche all’aria aperta in cui è possibile passare un buon pomeriggio rilassante tra la natura e acque sulfuree.

Ottimi luoghi termali sono il Tenzan Tohji-kyo e l’Hakone Yuryo.

Via che porta al Santuario di Hakone
Via che porta al Santuario di Hakone

Se invece si desiderano visitare alcuni edifici sacri, un posto suggestivo è sicuramente il Santuario di Hakone: esso è situato ai pressi del lago di Ashinoko, edificio antico accessibile al pubblico dopo una passeggiata intorno al lago tra gli alberi rigogliosi, immerso in un luogo incantato e profumato di cedro e pino.

Dalla sua grande porta rossa è possibile visitare l’interno in totale tranquillità, poiché è ritenuto un luogo mistico e di preghiera.

Insomma, una buona meta da raggiungere in un mite pomeriggio primaverile.

Santuario di Hakone
Santuario di Hakone

Verso tarda serata, se preferisci passare la notte fuori dalle città, il consiglio è quello di rimanere ad Hakone in un bel ryokan: uno dei più apprezzati dai turisti è lo “Gyokutei”, non molto distante dalla stazione di Hakoneyumoto, raggiungibile a piedi.

Lì sarà possibile passare la notte tra natura, giardini, relax e ottime portate giapponesi per cena.


Giorno 7 : Odawara, Una Città Immersa Nella Tradizione

Non molto lontana da Hakone, a circa 20 minuti di treno dalla stazione di Hakoneyumoto, si trova Odawara.

Dopo una buona colazione nel ryokan della cittadina termale, si può prendere il treno alla ricerca di castelli e antichi edifici legati alla tradizione giapponese.

Odawara si presenta il posto giusto per proseguire un viaggio interessante e magnifico, ottima meta per concludere la prima settimana di itinerario in Giappone.

Primo luogo da raggiungere in mattinata è il Castello di Odawara.

Castello di Odawara
Castello di Odawara

Questo splendido edificio racchiude moltissimi tesori storici e artistici, un museo con dipinti e armi antiche ed infine un osservatorio sulla parte superiore, un luogo magnifico da cui poter osservare uno dei panorami più belli della città.

Intorno al palazzo ci sono dei giardini con diversi fiori e maestosi ciliegi in cui è possibile passeggiare liberamente.

Dopo un veloce pranzo al sacco o una veloce portata da street food, nel primo pomeriggio, se vuoi cambiare un pò itinerario e luoghi da scoprire, potresti fare visita ad un museo molto particolare e piacevole: il Suzuhiro Kamaboko Museum, un complesso museale specializzato nella produzione della “torta di pesce” giapponese.

Qui è possibile, inoltre, assaggiare diverse prelibatezze e comprare pezzi di gustosi kamaboko da consumare fuori per cena.

Se non si vuole passare la notte in questa città, ci si può già dirigere verso la prossima meta, ossia Yokohama.

Dista circa un’ora e mezza in treno dalla stazione di Odawara, quindi il viaggio potrebbe essere compiuto in serata.


Giorno 8 : Yokohama, Una Città Imponente Vicino A Tokio

La città di Yokohama è definita una delle più grandi del Giappone, poco distante dall’immensa capitale.

Ci sono tantissime attrazioni che si possono visitare in questo luogo portuale: una prima meta potrebbe essere il centro, più specificatamente la zona di Minato Mirai, perfetta per lo shopping con presenti musei, grandi magazzini e moltissimi luoghi in cui mangiare o passare la notte.

Yokohama Minato Mirai
Yokohama Minato Mirai

Punto di riferimento importante è il Cosmo Clock, una grandissima ruota panoramica, una delle più alte al mondo.

Vuoi perderti l’occasione di un giro?

In seguito è possibile spostarsi nel peculiare quartiere di Chinatown, un ottimo luogo per cenare e assaporare buonissimi ramen o alcuni dolci tipici chiamati “manju”.

Dopo aver passeggiato per i negozi e magari fatto visita al tempio centrale di Kanteibyo nel quartiere, si può scegliere un hotel in cui riposare.

Uno potrebbe essere l’Hotel “Wing International Yokohama Kannai”, a soli dieci minuti circa da Chinatown Yokohama con in listino ottimi prezzi.

Questa splendida città, in cui si uniscono cultura, tradizione e progresso, sarà una delle ultime mete al di fuori della capitale: un ottimo modo per terminare in bellezza la prima settimana del tuo itinerario di 15 giorni in Giappone.

Per questo, il consiglio primario è quello di riposare il più possibile per affrontare la giornata seguente, verso l’immensa capitale nipponica, ossia Tokyo.


Giorno 9 : Tokyo, Primo Giorno Nella Famosa Città Del Sol Levante

Tokyo è una delle città più caratteristiche, vivaci e interessanti al mondo.

Per poterla visitare in modo perfetto, occorre conoscere la sua struttura urbana e le sue attrazioni principali.

Essa si sviluppa in più distretti o quartieri, quindi non esiste un centro.

Perciò, la prima cosa da fare è scegliere il miglior hotel per sostare l’intera settimana, tenendo conto della zona, dei collegamenti con gli altri quartieri e del numero di luoghi da visitare, organizzandoli nei giorni disponibili.

Devi sapere che ciascun quartiere ha la propria storia, le proprie abitudini e attrazioni: è come vivere una città nella città.

Un buonissimo quartiere in cui dormire e prendere un hotel è Shinjuku.

Distretto di Kabuki-Cho, Shinjuku
Distretto di Kabuki-Cho, Shinjuku-2

Questa zona offre la possibilità di collegarsi con i mezzi con moltissimi importanti quartieri della capitale, come Shibuya, Harajuku, Ikebukuro, il distretto di Ueno, Ginza con i suoi ristoranti caratteristici e tanti altri.

Quindi Shinjuku si rivela un ottimo distretto di riferimento per trovare un altrettanto perfetto luogo di sosta.

L’hotel che offre una buona posizione, vicinissimo alla stazione di Shinjuku è il Shinjuku Washington Hotel, con camere molto gradevoli e un ottimo rapporto qualità prezzo per i servizi.

Se si vuole raggiungere per primo il quartiere Shinjuku dalla stazione di Yokohama ci vogliono circa 35 minuti di viaggio in treno.

Una volta arrivati in albergo e depositati i bagagli, si può usufruire del servizio di ristorazione e uscire poco più tardi nel pomeriggio per raggiungere a piedi, in circa un quarto d’ora, uno dei parchi più belli di Tokyo: il Parco Shinjuku Gyoen.

Parco Shinjuku Gyoen
Parco Shinjuku Gyoen

Con una splendida passeggiata puoi goderti una delle aree naturali e più caratteristiche della città, con i suoi fiori, laghetti artificiali e zone verdi in cui sedersi per qualche istante.

Nei paraggi della zona è anche possibile vedere il Tokyo Metropolitan Government Building, grattacielo dominante della città, in cui si può raggiungere la parte più alta e contemplare l’immenso paesaggio urbano della città.

In serata, vista la vicinanza con l’hotel, si può fare una breve visita a Kabukicho, un quartiere molto vivace e colorato, centro della vita notturna del luogo.


Giorno 10 : Secondo Giorno A Tokio, Verso Il Palazzo Imperiale

Palazzo imperiale di Tokyo, Chiyoda
Palazzo imperiale di Tokyo, Chiyoda

Dopo una colazione in hotel, prendendo dalla stazione di Shinjuku il treno per Yotsuya e poi per Kasumigaseki, in circa 30 minuti si può raggiungere il meraviglioso Palazzo Imperiale, situato nel quartiere di Chiyoda.

Esso è la sede centrale dell’Imperatore giapponese, composto da giardini maestosi con presente il palazzo Kyuden e il Museo Imperiale.

Ricco di storia e cultura, in questo luogo si può passeggiare liberamente, anche intorno all’area di interesse, mangiando uno spuntino al sacco.


Giorno 11 : Terzo Giorno A Tokio, Visita Al Quartiere Di Asakusa

Questo quartiere è uno dei più antichi della città, in cui è possibile vedere antichi templi giapponesi, fare shopping in negozi caratteristici e assaporare dolci e prelibatezze legate alla tradizione locale.

Dalla stazione vicina al tuo hotel a quella di Asakusa ci vogliono circa 40 minuti di viaggio in treno e 20 se vuoi prendere il taxi.

Tempio Sensoji, Asakusa
Tempio Sensoji, Asakusa

Una volta arrivati a destinazione ci si può dirigere verso il Tempio Sensoji, con presente la famosissima Porta Kaminarimon, emblema della città.

Successivamente si possono percorrere i giardini e i tragitti lungo il fiume Sumida, con una visita al Tokyo Skytree, un osservatorio da cui si può vedere tutta la città e una breve sosta lungo le vie Nakamise Dori e Kappabashi Dori, colme di negozi e ristoranti.


Giorno 12 : Nikko, Una Toccata E Fuga Lontano Dalla Città

Dopo alcuni giorni passati nella vivacità metropolitana di Tokyo, ci si può allontanare in giornata verso un’altra meta turistica molto gettonata e apprezzata in tutto il mondo, ossia Nikko.

Questo posto dista circa 140 km dalla capitale, immerso nella natura incontaminata del Giappone.

Si può raggiungere in autobus oppure in treno e il tempo del viaggio è di circa tre ore.

Santuario di Toshogu, Nikko
Santuario di Toshogu, Nikko

Arrivati sul luogo, la prima tappa potrebbe essere il Santuario di Nikko, con il tempio di Futarasan, entrambi patrimonio dell’UNESCO.

Nel pomeriggio, prima di ritornare a Tokyo, si può fare visita ad una parte dell’immenso Parco Nazionale di Nikko, con suggestive cascate e panorami naturali mozzafiato.


Giorno 13 : Quinto Giorno A Tokyo, Visita Al Quartiere Di Harajuku

Questo quartiere dista solo 10 minuti da Shinjuku, è propone moltissime vie con negozi, boutique molto interessanti, ristorazione in street food e fast food internazionali.

Caratteristiche sono le vie Takeshita Dori, Omotesando con i suoi magazzini lussuosi e il pacifico Parco Yoyogi.

Entrata del parco di Yoyogi
Entrata del parco di Yoyogi

Questo quartiere è molto popolato da giovani e se vuoi immergerti nelle mode del momento, qui troverai sicuramente molto.


Giorno 14 : Sesto Giorno A Tokyo, Visita Ai Quartieri Di Ueno E Ginza

Durante la mattinata si può visitare un distretto molto quieto e particolare, ossia Ueno.

Il quartiere offre molti musei come il Museo Nazionale di Tokyo e inoltre diverse zone verdi con i peculiari ciliegi intorno al Lago Shinobazu.

Famosissimo anche il mercato del tè verde Ameyoko.

Nel pomeriggio, con l’intento di passare anche la sera fuori, si può visitare il lussuoso quartiere di Ginza.

Quartiere di Ginza in Notturna
Quartiere di Ginza in Notturna

Famoso per le sue boutique, Ginza propone una vasta scelta di ristoranti in cui assaporare il miglior sushi del Paese.

Alcune buone proposte per assaggiare sushi e tempure particolari potrebbero essere i ristoranti di Umegaoka Sushino Midori e il Tempura Kondo.

Ci sono moltissime altre possibilità, magari anche con prezzi un pò più contenuti, ma con ugualmente una alta qualità culinaria.


Giorno 15 : Settimo Giorno A Tokyo, Visita Ad Odaiba E Ritorno A Casa

Odaiba, Statua della Libertà e Ponte Arcobaleno
Odaiba, Statua della Libertà e Ponte Arcobaleno

Durante la tua ultima mattina a Tokyo e in Giappone, prima di tornare a casa, potresti fare un breve giro per i grattacieli e palazzi di Odaiba, con presente nella zona la copia della Statua della Libertà e il surreale Raimbow Bridge, prima di prendere un taxi diretto verso l’Aeroporto di Tokyo Haneda.


Consigli Utili Per Viaggiare Bene In Giappone


In Che Luoghi Si Può Mangiare In Giappone?

Altro aspetto che il buon viaggiatore deve prendere in considerazione è quanto deve spendere per mangiare e nel frattempo moderare il proprio portafoglio.

Nella prima settimana, in cui il visitatore si sposterà maggiormente tra le città, potrà usufruire dei servizi proposti dallo street food, oppure entrare in alcune locande locali o consumare cibo d’asporto, così potrà concentrarsi sul viaggio e non perdere tempo a scegliere il ristorante in cui sostare, senza rinunciare però ai piatti tipici del luogo.

Durante la seconda settimana, invece, il turista potrebbe scegliere un hotel in cui passare gli ultimi giorni con già un servizio di ristorazione all’interno (magari per la sera), così non avrebbe il problema di dover scegliere ulteriori ristoranti in cui mangiare.

Molto particolari e consigliati sono anche i ryokan, i quali sono considerati dei piccoli hotel giapponesi in cui è possibile assaggiare i piatti tipici della tradizione.

Ne esistono molti, soprattutto nelle cittadine fuori dalle grandi città, come ad Hakone, anche a prezzi abbordabili.

Per il viaggiatore moderato, però, il consiglio è quello di sfruttare i servizi di ristorazione come i “kaiten sushi”, dei ristoranti molto più economici che propongono delle portate su dei rulli e quindi i commensali possono scegliere il piatto preferito, badando anche al borsellino.

Questa tipologia di ristoranti si può trovare soprattutto nelle grandi città, come Kyoto e Tokyo.

Nulla vieta però, se il portafoglio lo consente, di passare una buona cena o un buon pranzo nei ristoranti più eleganti e costosi delle grandi città o della capitale (ad esempio quelli presenti nel quartiere Ginza), con ristori o locande che propongono un ottimo sushi e degli buonissimi piatti di pesce.


Dove Si Può Sostare E Dormire In Giappone?

Infine, ultimo aspetto da tenere in considerazione per un turista, ma per questo non meno importante, è la scelta dell’hotel o dei luoghi in cui dormire durante i quindici giorni di permanenza in Giappone.

Durante le prime giornate in cui si starà fuori da Tokyo il consiglio è quello di sfruttare i viaggi notturni sugli autobus, in cui si può riposare e proseguire il viaggio verso un’altra città il giorno seguente.

Esistono, inoltre, degli ottimi ryokan, molto economici, in cui si possono spendere anche 20 euro a notte e questi sono disponibili anche quartieri di Tokyo come Shinjuku, Asakusa o Ueno.

Ryokan caratteristici e molto interessanti si possono trovare soprattutto a Kyoto, con anche la possibilità di assaggiare delle prelibatezze di pesce crudo e ramen gustosi.

In conclusione, il Giappone è un paese immenso, colmo di bellezze tutte da scoprire.

Se sei un viaggiatore accanito, amante dell’avventura e della scoperta di altre culture, il paese del Sol Levante è quello che fa per te, garantendoti una esperienza turistica indimenticabile, che rimarrà nel tuo cuore per sempre.

Viaggiare Lavorando

Mi chiamo Alessio, il mio obbiettivo è quello di riuscire in breve tempo a Viaggiare Lavorando in giro per il Mondo, con l'aiuto di questo sito e di voi lettori conto di raggiungere questo traguardo entro 12 mesi. Cosa vi chiedo in cambio? Assolutamente nulla, se amate i Viaggi e vi piace l'idea di Vivere Viaggiando troverete i miei contenuti davvero Interessanti!

Articolo Precedente